Civitanova Marche 15 Settembre 2015

Anime di Strada. L’Arte Ufficiale della Rivoluzione

Dal 15 al 21 settembre ci sarà questo nuovo urban art project dal titolo ''Anime di Strada. L’Arte Ufficiale della Rivoluzione'' con l’inaugurazione di due grandi progetti murali esterni. Il primo di una serie di eventi in programma per sostenere le comunità locali nelle aree svantaggiate è sostenuto dall’amministrazione locale ed è stato curato da Stefano Ferretti (il Presidente dell’associazione artistico-culturale ''L’anime di Strada''), in collaborazione con i servizi sociali e ''Cartacanta''.

Questo progetto di arte urbana si propone di raggiungere il cuore dei quartieri e le periferie delle città italiane, il primo è Civitanova Marche e quelle situazioni di disagio in cui ci sono difficoltà sociali e democratiche, per fornire alle comunità – insieme ad altre risorse messe a disposizione dal Comune – la possibilità di creare una rete di interessi comuni, di ricostruire le relazioni, rafforzare il senso civico e promuovere la solidarietà e la cultura. L’obiettivo è quello di coinvolgere realmente le persone e far assumere loro un ruolo attivo in una nuova forma di credo politico, concentrandosi su come affrontare i problemi sociali che sono spesso alla base di un malessere sociale sempre più grave e drammatico.

I principali obiettivi alla base del progetto sono di riportare il colore nella città di Civitanova, una città dominata dall’architettura del 1970 e che attualmente soffre di una profonda recessione economica. Questo significherà anche nutrire una necessità per la comunità per rivendicare la proprietà degli spazi pubblici e tornare alle basi di discussione e impegnarsi in un confronto aperto con la città reale come punto di partenza per la pianificazione urbanistica pubblica.

Ispirato da Marsiglia - la capitale della cultura e del progetto che ha avuto luogo nel 2013 - il piano a lungo termine è quello di creare una serie di gallerie d’arte urbana a cielo aperto, che possono essere visitate liberamente dalle persone e dove possono impegnarsi con autentiche opere d’arte – dove l’arte urbana esposta accanto ad una galleria impressionista è vista come la norma.

Ciò che rende questo progetto così unico è che è destinato specificamente ai residenti di una certa area, ed edifici specifici, con l’obiettivo di infondere la conoscenza dell’arte contemporanea all’interno di questa comunità: un tipo di arte partecipativa.

Il programma a lungo termine mira a coinvolgere i talenti nazionali ed internazionali che in precedenza hanno lavorato nelle capitali europee, permettendo loro di interagire con i residenti e mettere la propria conoscenza ed esperienza artistica a disposizione della comunità nel suo insieme. ''L’arte ufficiale della rivoluzione'' significa che il progetto è più di una semplice arte e abbellimento di una piccola parte della città come si può vedere in questi giorni in tutta Italia – si tratta di un vero e proprio programma sociale rivolto ad aree critiche, con l’obiettivo di creare nuove opportunità culturali e sincronismo all’interno della città.

Le sedi: case popolari del quartiere di ''San Marone'' - il complesso situato in Via Principe Napoleone è la prima area edificata delle case popolari a Civitanova Marche - e zona peep in ''San Marone''- quartiere di Via Verga.

Gli artistiEtam Cru e Sick Crew.


Fonte

Sito

Facebook

banner_creativita_urbana
banner dothewriting